Visita Studio a Varese

pubblicato in: Luoghi ed opere | 0

Visita Studio a Varese

foto3.5a

Spesso facciamo viaggi assai impegnativi per vedere bellezze artistiche e naturali, ma trascuriamo le bellezze che abbiamo sull’uscio di casa.

Per evitare che si conosca ciò che sta a mille chilometri da noi e si continui ad ignorare ciò che ci sta vicino abbiamo a
vviato il programma di visite alle città della Lombardia.

Dopo Monza e la Certosa di Pavia, abbiamo proposto per la città di Varese.

Sabato 26 ottobre, con la guida del nostro Direttore Scientifico prof. Andrea Spiriti, docente della locale università, siamo stati accompagnati alla scoperta dei più bei siti, di quelli normalmente accessibili, ma anche di alcuni difficilmente visitabili.

Il numeroso Gruppo si Ritrova alle 9.30 in Piazza della Repubblica.

foto3.5b

Si visita subito il magnifico Palazzo Estense coi suoi Giardini, Saloni, Vecchia Caffetteria.

foto3.5c

  foto3.5d

Con una piacevole passeggiata si arriva a Villa Recalcati, vero scrigno di Arte e Storia

Acquistata e ricostruita dai Nobili milanesi dallo stesso nome, fu decorata dai Magatti, Famiglia di Artisti locali e da Battista Ronchetti di cui sono i tre quadroni, molto ammirati, della Galleria Superiore. Notevoli le Sale decorate da stucchi e finti marmi e quelle adattate in Belle Époque a locali di un Grande Albergo.

foto3.5e

foto3.5f foto3.5g

Si passa poi a Sant’Antonio della Motta, sorta nel 1595 (Architetto Giuseppe Bernasconi) ricca di stucchi, tele e statue in terracotta attribuite a Francesco Silva di Morbio.

foto3.5h

Dopo un ottimo pranzo in un ambiente piacevolissimo ci si trasferisce a San Giuseppe, nato come Oratorio della Confraternita della Beata Concezione, ampliato dal 1593. Anch’esso ricco di affreschi di Giovan Battista del Sole, di formelle in legno intagliato con le Storie della Vergine di Bernardino Castelli di Velate.

foto3.5i

Si passa poi a San Martino, Chiesa di antica origine (citata in un documento del 1233), fu rimodellata nel corso del ‘400 (ne residuano archetti in cotto, sulla facciata laterale esterna) e ingrandita nel ‘600 a seguito delle istruzioni di S. Carlo. È ricca di affreschi dei Fratelli Giovannini, di Giovan Antonio Speroni, dei Magatti e di Francesco Maria Bianchi.

foto3.5l

foto3.5m

La visita sii conclude nella Basilica di S. Vittore e nell’attiguo Battistero.

La Basilica, cuore religioso di Varese, situata nel centro dell’antico Borgo, possiede uno splendido Presbiterio di Giovanni Bernasconi (1589 – 1625 ). Notevoli i due pulpiti lignei, le volte affrescate da Giovanni Ghisolfi con La Gloria di S. Vittore), l’Altare marmoreo dei viggiutesi Buzzi, (1734 –..)

Gloria di S. Lorenzo

La Torre Campanaria

Infine il Battistero: la tappa forse più emozionante. Di origine del VII – VIII Secolo, di forma poligonale, presenta una vasca battesimale del XIII Secolo, con una formella rappresentante il Battesimo di Gesù. E’ arricchito da affreschi del XIV, e da statue marmoree (S. Giovanni), sia all’interno che all’esterno.

foto3.5n

Una giornata ricca di Arte e di piacevoli colloqui tra Soci e Amici!

Ciò che ho qui esposto non è che una pallida immagine della ricca, faconda, brillante esposizione del nostro accompagnatore d’eccezione, che calorosamente ringraziamo: il Prof. Andrea Spiriti. Cosi come ringraziamo il nostro Presidente, Ernesto Palmieri, ottimo organizzatore della giornata.

Livio Trivella

Lascia un commento