Sagra sapori antichi a Claino con Osteno

pubblicato in: Notizie & Eventi | 0

sapori

 Il 26 luglio, si è svolta a Claino con Osteno,patrocinata da Expo, dalla regione e dal Comune di Claino con Osteno, organizzata dalla locale Pro Loco, presieduta da Alberto Allegrezza. La Sagra Sapori Antichi.

Considerato una opportunità, anche per il nostro territorio il tema dell’esposizione internazionale EXPO 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, l’evento è stato ideato per riproporre e fare assaporare la nostra tradizione culinaria, per farla conoscere insieme alle bellezze ed ai tesori di storia e cultura che conserviamo nel nostro paese, in un momento di condivisione e di festa.

 Tale manifestazione si è proposta la valorizzazione:

-delle tipicità e della cultura tradizionale per la promozione della filiera corta e delle aziende locali con la presentazione dei prodotti delle attività artigianali e delle aziende agricole delle nostre valli;

 -turistica-paesaggistica del nostro territorio in quanto, snodandosi in un percorso tra tutte le frazioni del paese -tramite i numerosi sentieri arricchiti con cappellette votive o vicino agli antichi lavatoi- ed i vari punti di degustazione, è possibile raggiungere punti panoramici da cui godere della vista di tutto il bacino comasco del lago Ceresio e delle Prealpi;

 -culturale-storica per la possibilità di visitare le chiese e gli antichi Oratori del paese (SS.Pietro e Paolo, San Rocco, San Vincenzo, San Giuseppe, Madonna delle Grazie, Santa Giulia) e le opere d’arte in esse conservate (ad esempio la Madonna con Bambino (1464) di Andrea Bregno ad Osteno, la Pietà (1492) del Gentilino e  il modello della Natività di Marco Antonio Prestinari (che lo stesso autore eseguì nel Duomo di Milano nel 1617) a Claino;

-culturale-scientifica in quanto, grazie alla collaborazione del museo Etnografico Naturalistico della Val Sanagra, potranno essere esposti, presso la Sede Comunale, i famosi fossili del giacimento del periodo giurassico di Osteno ed in particolare, l’ ”Ostenocaris Cypriformis” e si potranno, inoltre, visitare le piccole, ma non prive di fascino,  grotte naturali di tufo in frazione Rescia.

Lascia un commento