Magistri nella Biblioteca di Imola

Magistri nella Biblioteca di Imola

Cosimo MORELLI (Imola, 1732-1812) è stato un architetto imolese di formazione comacina.

Suo padre Domenico, architetto-imprenditore originario di Torricella Rimini, si era formato alla scuola di Giovanni Domenico TRIFOGLI (1675-1759), originario dei laghi comaschi attuale Canton Ticino.

L’architetto imolese Cosimo Francesco MORELLI il 2 aprile 1761 firmò un contratto con i frati di S. Francesco per l’allestimento interno della sala (odierna Aula magna della Biblioteca comunale) dove il MORELLI s’impegnava a fabbricare “due ordini di scansie costruite di pietra e gesso”:

pilastri, ballatoio provvisto di ringhiera e di due scalette a chiocciola d’accesso, proprio come appare tutt’ora.

Alessandro DELLA NAVE ed Antonio VILLA, decorarono il soffitto, l’ingresso e lo scalone della Biblioteca. Cosimo MORELLI determinò la scelta della decorazione prediligendo i chiaroscuri geometrici ripetendo ciò che aveva già fatto a S. Maria in Regola, il Duomo di Imola e palazzo Braschi a Roma.

Vittorio C. Zanotta

foto2.3a foto2.3b

Lascia un commento