Il santuario della Caravina

pubblicato in: Recensioni | 0

Il santuario della Caravina

dott. Giorgio Mollisi Direttore di Arte&Storia

venerdì 27 luglio Sala della Comunità Montana-San Fedele Intelvi

Il Santuario Mariano di Nostra Signora della Caravina in Valsolda festeggia quest’anno i 450 anni da quando la Vergine effigiata in una Pietà della primitiva cappellina fu vista piangere da due donne.

Da allora fu costruita una chiesa che nel 1648 fu ampliata dall’architetto Carlo Buzzi, con un progetto architettonico che ha fatto scuola sulle rive del Ceresio e nel Canton Ticino.

Purtroppo la critica sia storica e sia storico-artistica che si è occupata dell’edificio non ha mai chiarito a fondo l’intervento del Buzzi creando talora molte confusioni. Il volume scritto da Giorgio Mollisi fa chiarezza, su basi documentali e interpretative, dell’intervento dei vari architetti che si sono susseguiti nel Santuario.

Nel volume si presentano inoltre nuove scoperte in ordine ad alcune opere d’arte pittoriche, a fresco e scultoree, mentre si dà una nuova interpretazione iconografica agli affreschi del pittore Isidoro Bianchi di Campione.

Lascia un commento