GLI ARTISTI DEI LAGHI E LA NASCITA DEL ROCOCO’

GLI ARTISTI DEI LAGHI E LA NASCITA DEL ROCOCO’

La conferenza del Prof.Andrea Spiriti a S.Fedele Intelvi ha trattato dell’importante tema del Rococò : chi l’ha inventato ?

Di solito il rococò è collegato alla Francia della reggenza, agli anni venti del Settecento: invece è ormai dimostrabile che viene elaborato fra Austria, Boemia e Veneto ad opera degli Artisti dei laghi. Le opere di Santino Bussi da Bissone ad Austerlitz, di Abbondio Stazio da Massagno e di Carpoforo Mazzetti Tencalla da Bissone a Venezia e soprattutto di Diego Francesco Carloni di Scaria a Markt Sankt Florian determinano, già nei primi cinque anni del Settecento, un nuovo linguaggio, che all’estetica del grandioso e del solenne sostituisce quella del raffinato, dell’aereo, del leggiadro. Lo strumento privilegiato è la scultura in stucco, tecnica di eccellenza degli Artisti dei laghi fin dal Cinquecento: l’ideale per sottolineare i valori di eleganza e preziosità del nuovo stile rococò. Ma è anche il momento della “crisi della coscienza europea”: la fine dell’Europa cristiana e la nascita di un nuovo mondo, laico e scientifico. Arte ormai di svago e di sfogo, il rococò ne è il completamento ideale.

L.Trivella

Lascia un commento